Archivi categoria: celiachia

Citazione

II giorno delle lenticchie.

Ormai in casa nostra è diventata un istituzione …il giorno delle lenticchie è sentito e  atteso come il natale o il compleanno..  fortunatamente  si svolge di frequente quindi il divertimento è assicurato!!

Giorno istituito all’insegna dell’economia poco  dispendioso amici, potete farlo anche voi ottenendo 2 favolosi risultati:

-1 sfruttate forza lavoro ,sottopagandola ovviamente,

-2 intrattenete i bambini, più o meno grandi, seduti a tavola per parecchie ore ( se va tutto bene) per molti minuti se qualcosa comincia ad andare storto…

ma non voglio tenervi ancora in bilico , come se fossimo tutti sopra un tacco 16 ( esisteranno?) e vi svelo il segreto…

prendere un sacchettino nuovo di lenticchie, vuotarlo in varie ciotole e dire ai partecipanti di controllarle ad una ad una per eliminare  quelle più brutte!!! Semplice vero?

Ma efficace… Funziona alla grande,  loro si sentono responsabili per la buona riuscita della cena.

In realtà il giorno della lenticchia è entrata nelle nostre abitudini da quando figlia numero 2 è diventata Celì, perchè ho imparato che in mezzo alle lenticchie si nascondono piccoli minuscoli chicchi di orzo e cereali di ogni genere … ma piccoli piccoli… quindi perchè rischiare meglio eliminarli e  mi sono detta : tutti all’operaaaaa!!!

La cosa più bella è vedere il gusto che provano nell’infilare le manine e sprofondarle tra i legumi (come adora fare Amelì nel suo film)

quel contatto è gratificante !!

A questo giro ho scovato 3 chicchi di cereali intrusi e tutta e tre a urlare divertite –  ti ho beccato!!

Ricordatevi di porre fine al gioco quando, camminando per la cucina, sotto i piedi sentite così tante lenticchie da dover essere costrette a .. ricominciare a pulire lenticchie … aprendo un sacchettino fino ad ora rimasto nascosto!

II giorno delle lenticchie.

Citazione

Oggi vorrei raccontarvi di tutti i risvolti psicologici che ci sono nell’ avere in giro per casa  una bimba treenne celiaca…..

e non è nulla di tremendo o commovente o toccante….

ma semplicemente incredibile….

una bambina che a tre anni scopre di essere celiaca per tutta la vita … diventa grande,  matura, cosciente e sensibile nel giro di poche ore…. praticamente noi siamo ancora qui a guardarci intorno per scoprire il modo migliore per affrontare la cosa e lei è già 3 o 4  km più avanti pronta a correggerci o a stupirci con le sue affermazioni….

semplicemente incredibile….

se viene qualcuno a casa a trovarci, magari un volto nuovo, uno di quelle persone che conosciamo, ma  non frequentiamo da quando  sappiamo della sua celiachia, la vedi arrivare dritta dritta spedita verso di noi; con in mano le solite quintalate di bambole che si trascina da una stanza all’altra, intrommettersi nella discussine e dire – allora parlate o no del mio cibo?????

 semplicemente incredibile….

Lei ci trascina nella discussione, vuole e pretende di essere al centro dell’attenzione è il suo modo di essere riconosciuta, per sentirsi importante, con questa nuova persona che evidentemente ancora non era stata informata sui fatti….

vi ho detto che è semplicemente incredibile?  secondo me si … è incredibile che sono proprio loro, piccoli protagonisti, che ti spingono ad affrontare la cosa con  la più assoluta disinvoltura….

adesso dopo 6 mesi dall’inizio della nostra nuova speciale vita, so per certo che lei non mangierebbe mai il pane di sua sorella o la pasta del compagneto vicino di banco, so che mangia caramelle solo quando vede il SUO  simboletto disegnato e sgranocchia solo in cioccolato kinder che si è abituata a vedere…. non sa ancora leggere, ma quel giorno andrà a farsi la spesa da sola, e quando potrà accendere il gas, avremo una bambina perfettamente autonoma e sensibile alla sua condizione tutta particolare….

è o non è semplicemente incredibile?                                                                                                                  

semplicemente incredibile….

Citazione

 E dopo le fatiche della sistemazione degli armadi…. anch’io mi sono lasciata trasportare dalla magia del Natale in arrivo, d’altronte come resistere?

Da ieri abbiamo dato il via alla creazione di tutti gli addobbi.. che ci circonderanno durante stò magico periodo,

che poi sò non sopporteremo più e a Gennaio avremo  una gran voglia di strappare tutto e rimettere ogni cosa  com’era prima….

ma intanto  riempiamo le fredde ore pomeridiane a ritagliare cuoricini di stoffa, a sfilare nastrini colorati e inserire piccole perline  in ogni dove…  in realtà è più importante la realizzazione che vedere il prodotto finito!  cmq dopo 4 anni che viviamo in questa casa torinese questo sarà il primo anno in cui avremo l’albero con le luci e i decori fuori la porta…

Lo so mancheranno le pizze, il baccalà bollito con patate, i grandi cestini di frutta secca della mamma…. quell’odore di sugo che entra in camera alle 7.45 e le corse al panificio per racimolare l’ultima mollica di pane alle 20.35 del 24,  per non parlare dell’odore di tombola….. si si  non so le vostre tombole , ma nei miei ricordi hanno un odore di buccia di mandarino appena mangiato con tutti quei pezzettini che mettavamo sopra ogni casella per ricoprire i numeri fortunati…

Adesso vorrei che anche le mie bimbe comincino a ritagliare nella loro memoria ricordi di “Natale a casa di Torino”, in modo di poterli inserire al loro data base, per poi un giorno, parlarne con lo stesso cuore che io metto nei miei personali  ricordi di bimba/ragazza…

Lo so troppo sentimentalismi….

ba sarà l’età saranno tutti questi cuori che mi vedo intorno, ma mi sembra ogni cosa dolce e morbida come il miele d’arancia che uso per addolcire il latte caldo di ogni  mattina!

p.s.= salite un pò più sù ….ancora ancora un pò…tornando alla prima foto…avete notato quel pezzettino di ciambella….morsicata?

Un successone amici, ieri la mia ciambella senza glutine è stata un successone… quella fotografata è ciò che è rimasta dopo l’assalto di amiche piccole e grandi di casa! wow !

 

per non parlare dell’odore di tombola….

Citazione

Quando non sei obbligata a divertirti, ad organizzare, a rendere un giorno per forza speciale con effetti speciali, accade una magia che si chiama relax! Rilassatezza… desiderio di star bene comunque , anche senza nessun contorno fronzolante e riccioluto  ….

metti il mio caso di ieri … sapete cosa ho fatto?

La spesa.

Giuro è stata la spesa più rilassante, delicata e liberatoria che ricordo degli ultimi mesi. Ci sono delle regole base da rispettare, se magari volete un giorno provare le stesse mie sensazioni:

1- uscire dall’armadio solo indumenti comodi e simpatici, proprio Simpatici , quelli che sentite come vecchi amici; docciata di fresco, immersa da profumi e oli essenziali che sanno di autunno..

2- piazzare le pupe, con il maritino, che sicuramente dopo una settimana di ufficio, godrà nello stare a casa a pettinare barby;

3- prendere la macchina,  pensare che  la piazza sotto casa tua è  bella, immagindola: “architettonicamente affascinante e pure quel cielo finto azzurro “non inquinato”, ti deve apparire sereno”;

4- indovinare la strada e  recarsi da Eataly… per me è abbastanza facile perchè si trova nella città in cui vivo, ma chi di voi non avesse questa fortuna può tranquillamente cominciare a organizzare un viaggio  in una delle, ormai tante, località  che lo ospita!

Entri. Ti rilassi. Innanzi tutto.. respiri e senti un mix di profumi che invadono le tue narici, che abituate allo smog, trarranno beneficio dal  pesce fritto, dalla mortadella appena affettata, dal pane sfornato, dalla frutta fresca categoricamente di stagione…

e poi adoro l’attenzione dei dattagli.. nel riempire frigoriferi…

e nell’ordinare gli scaffali… 

e poi in fondo in fondo, c’e’ il panificio e se, come nel mio personalissimo caso, puoi decidere se mangiare pane con glutine o senza glutine , allora sei anche Fortunatissima!!

La mia domenica si è risolta con 1 kl di pollo, 400 gr di tritato, un succo di mirtillo, una tavoletta di cioccalata fondente e mezza forma di pane, e per quanto riguarda voi non mi resta che dire … vi aspetto!

1 domenica sotto casa. Che fascino!

Citazione

Mentre leggevamo storie di cipolle e pomodori che abitavano in minuscoli paesi lontani (le avventure di cipollino di Gianni Rodari) sgranocchiando grissini gluten free e marmellata alle pesche per una.. e pane di grano duro e nutella per l’altra, le nostre Straordinarie vicine di casa; non chè padrone di casa, ci invitano a partecipare ad una mini-gita giù nel bosco. Lo scopo era quello di raggiungere un fiumiciattolo e recuperare quante più pietre possibili ….(?) strana attività da svolgere in un tranquillo sabato mattina di fine agosto!

Decidiamo tempestivamente di partecipare abbandonando libri, grissini e l’amato relax.

La più grande si fa dare un passaggio …

La più piccola recupera un bastone per allontanare qualunque pericolo,

per me la passeggiata si rivela a tratti faticosa. Così mi ritrovo in preda a momenti di puro delirio verde …  verde … verde … e ancora verde sarà forse il colore di moda per il prossimo inverno? Sarà stato l’ossigeno respirato abbondante, ma improvvisamente penso alla mia …LAVATRICE… ohh quel buon profumo di detersivo liquido e il rumore della manopola che ruota verso il programma numero 5. Esterno a voce alta un ode alle mie nuove scarpe col tacco.. e poi guardo le mie preziose compagne di avventura… ma vedo che l’argomento non interessa a nessuno…tutte li concentrate sul bel panorama! uff!

Il rientro in città mi pare adesso inevitabile , un mix di smog e caos mi aiuteranno a tornare “la laura di sempre” le litigate con le bimbe mi riporteranno alla realtà e lo shopping farà il resto!!

Mini gita al fiumiciattolo prosciugato.

Citazione

…e mentre i tifosi italiani tengono il fiato sospeso tra un tiro in porta e un dribblig ben riuscito, io me ne sto qui …. calma e sconsolata ad osservare, odorare e fotografare la mia ennesima sconfitta…

cara farina perchè ci ostiniamo a non voler lievitare bene?

 

Feli il programma 2 pane alla francese come vedi si è rivelato un fallimemto!

Adesso spero almeno nella vittoria di quei tipi che corrono in campo, così tanto per sentire  ancora una volta urla festose, trombette e inni gioiosi,  provenire da ogni balcone e finestre della città.

programma 2 : eliminato!

Citazione

eccolo… questo è il risultato! A manina piace… e probabilmente stasera lo mangerà volentieri, ma io…. io … non sono per niente soddisfatta!!!!!

1- perchè non ha una forma a cassetta come ti dicono nella ricetta?

2- perchè è piccolo e pesa come un kilo di patate?

3-perchè ha un forte sapore di lievito?

Se qualcuno di voi fosse particolarmente ferrato sull’argomento si faccia avanti per favore 😦 ….il mio umore è decisamente sceso al livello suola delle scarpe …

manina avrà il suo pane senza glutine stasera, ma io ho ancora una sfida aperta con il nuovo elettrodomestico di casa!

NO NO NOOO…

Citazione

….quando hai 3 anni è ti dicono che sei celiaca .. be certo qualcosa cambia… io lo so che dovrò stare attenta e mangiare solo i cibi che adesso troverò nella mia personalissima dispensa verde  in casa ,  e non potrò più  rubare la polpetta del mio vicino di banco all’asilo, e neanche far finta di niente quando da sotto il tavolo raccolgo , e mangio,  il biscotto che mia sorella ha fatto cadere durante la colazione… ho provato a tranquillizzare i miei genitori a dirgli che sarò brava ; e che la smettessero di preoccuparsi così tanto che io , ne trarrò solo enormi Benefici!!  Ma spesso questi “grandi” sono cocciuti e capriciosi , si affannano e si perdono in un bicchier d’acqua!

Fortuna che ci siamo noi saggi bambini che li portiamo spesso verso la retta via !! Quindi mamma … allora papà… comprate un nuovo mestolo , un nuovo scolapasta  e i cibi adatti a ME …. fatela finita ….  e avviamoci verso questo nuovo cammino che mi aiuterà a crescere meglio e più in frettaaaaaaaaaa!

….pss pss…. scusate … sono la figlia numero 2…